Midnight in Paris di Woody Allen

Commediocrità.
Presente all’appello anche quest’anno l’ormai consueto cineprepanettone Alleniano presentato fuori concorso alla 64° edizione del festival di Cannes.
Gil è uno scrittore alle prime armi in vacanza a Parigi con la sua futura moglie Inez, desideroso di terminare la stesura del suo primo romanzo e ossessionato dagli amici della compagna, Gil si estranea scovando un passaggio temporale che lo porterà a viaggiare dagli anni venti alla Belle Epoque in un vortice di singolari incontri con i più illustri esponenti del mondo dell’arte.
Esageratamente snob, incolore e alquanto velleitario, Midnight in Paris ha il tipico gusto dell’ennesima commedia poco riuscita del regista newyorkese, annualmente dimenticabile ormai dai tempi di Matchpoint (2005). All’interno del suo personale “negozio nostalgia” Allen strapazza un secolo di cultura attraverso una visione caricaturale che poco incanta, sia nei toni che nella sostanza, da Fitzgerald ad Hemingway, passando per Picasso, Dalì e chi più ne ha più ne metta; il film diviene un salotto culturale forzato, più pietoso che ridicolo, il protagonista che racconta il fascino discreto della Borghesia ad un giovane Bunuel pare la brutta copia di Benigni che spiega a Leonardo il funzionamento del treno. Gli amanti del regista ne apprezzeranno comunque il solito stile tipicamente socio-nevrotico fatto di interrelazioni frenetiche (state zitti un attimo!) e il suo peculiare taglio registico/fotografico senza dubbio impeccabile nell’offrire un omaggio di spessore alla sua amata Paris (vedere sequenza iniziale). Pellicola condita da un lodevole comparto sonoro anni venti (Cole Porter), spesso a supporto di dialoghi assolutamente dimenticabili; interpretazioni senza infamie e senza lodi, Allen rinuncia definitivamente a presentarsi di fronte alla macchina da presa, ma come spesso accade riporta sullo schermo un suo clone (Owen Wilson) completamente Allenizzato, in tutto e per tutto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: