Monica Vitti

Un piccolo omaggio ad una grande interprete del cinema Italiano. Scoperta da Michelangelo Antonioni all’inizio degli anni sessanta, con all’attivo più di cinquanta lungometraggi e svariate opere teatrali, Monica Vitti è divenuta un simbolo di un epoca, quella della grande commedia all’italiana, da Monicelli, Scola, Risi, fino ad essere notata dal grande maestro Luis Bunuel che l’ha voluta nel suo “Il fantasma della libertà” (1974).
Verso la fine degli anni ’80 il suo distacco dal mondo dello star system l’ha portata ad una notorietà sempre minore, troppo presto dimenticata dal lato commerciale del cinema, rimane una stella indelebile del firmamento di celluloide nostrano ed internazionale. La propongo in una sequenza di “Polvere di stelle” (1973) accanto all’Albertone nazionale, entrambi indimenticabili bandiere della romanità ed italianità nel mondo.

Tantissimi Auguri di buon compleanno.
Cinema Kobayashi staff.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: